Weight loss

lunedì 8 luglio 2013

Scrivere per non pensare.

Sono le 23.30. Vorrei andare a dormire, ma non ce la faccio. Ci sono momenti in cui vorrei racchiudere la mia vita INTERA in un post, poi nemmeno trovo le parole, qualcosa mi blocca e anche la voglia di scorrere le dita su una stupida tastiera passa. Non so perché scrivo. NON SO PIU' NIENTE. NON HO VOGLIA DI FARE NIENTE. O piuttosto non trovo alcuna motivazione per fare qualcosa. Sono arrivata a fine giornata, grazie a Dio rispettando le calorie che mi ero prefissa, e in più bruciandone 270 circa con la camminata. La tecnica del niente cibo dopo le 18 è a dir poco DIVINA. Mi sento da Dio.
Ma non mi basta, non ho idea di quale sia la motivazione.
A volte mi guardo intorno e mi sembra tutto così sfocato, irreale, come se stessi vivendo una vita che non mi appartiene. Mi sento spettatrice di un buffo teatrino, e ho paura che il giorno in cui finalmente lo spettacolo sarà finito, i miei occhi saranno così disabituati alla luce del mondo là fuori, che per il dolore me ne resterò dentro. Mi sto chiudendo, sempre di più, sempre di più. E su di me la dura corazza di false speranze cresce ogni giorno sovrastandomi e proiettando all'infinito il miraggio della felicità. Nessuno mi cerca, nessuno mi vuole, nessuno chiede di passare del tempo con me. L'ho voluto io, e la cosa mi lascia indifferente. O forse no. Forse arriverà un giorno in cui sarò in grado di ricominciare da capo, mettere un punto a questa triste storia e riscriverne una intera, dall'inizio, senza errori. Sogno una storia perfetta, una vita da protagonista. Sogno una me perfetta, realizzata, provata dai sacrifici, ma finalmente cresciuta e RINATA. Sogno e penso, penso, penso.
 Volevo scrivere per non pensare ma è andata a finire che il pensiero ha invaso la mia scrittura.


5 commenti:

  1. Ciao tesoro, anche io putroppo tendo a isolarmi e ci sono giorni in cui sono motivata a dimagrire e altri in cui vorrei solo smettere di fare tutto ciò, ma se si vuole una cosa bisogna andare avanti, pensa ai grandi passi che hai fatto, vuoi buttare via tutto?

    RispondiElimina
  2. E' esattamente quello che provo anche io...

    RispondiElimina
  3. Ho letto una frase e mi sei venuta in mente tu;
    "Ripartire da zero, a volte bisogna fare questo, mettere a posto tutto il bordello che hai dentro di te, per focalizzare sul futuro."

    Vedrai che ce la farai a stare bene

    RispondiElimina
  4. Dio quanto ti capisco... Purtoppo non ho parole positive per te, per noi... non oggi

    RispondiElimina
  5. Meglio pensare che nascondere.

    RispondiElimina